Francesca Profita
WELCOME, STUDENTS!

L’ONU ha indicato tra le emergenze del Pianeta la carenza di medici nel sud del mondo e ha chiesto ai Paesi più fortunati di farsene carico. L’Italia, nonostante la domanda elevatissima di studenti propri, ha stabilito nelle proprie facoltà di medicina una quota del 5% per gli studenti extracomunitari. I posti però sono poco coperti perché c’è una soglia minima di risultato ai test d’ingresso difficile da superare: spesso non conoscono l’italiano e non hanno sufficienti “basi” per affrontare i test. Ad essere prevalentemente ammessi, poi, sono gli stranieri che –pur "tecnicamente" extracomunitari- sono più ricchi e attrezzati culturalmente, ma chiaramente meno in linea con la “ratio” che anima la quota riservata: oggi frequentano medicina in Italia 310 africani di tutto il Continente a fronte di 563 israeliani. Il progetto punta ad “allenare” ai test -attraverso una piattaforma on line- i giovani della fascia sub-sahariana. Servono poche risorse ottenibili facilmente da sponsor/inserzionisti per compensare me e 2-3 miei bravi colleghi universitari e i costi del server. Ma devo prima imparare a mettere a punto il business plan, le tecnologie dell’e-learning e del web marketing per raggiungere i destinatari. In un secondo momento il sito diventerà una sorta di social network profit specializzato nell’aiutare aspiranti studenti dei Paesi in via di sviluppo nell'accesso alle università dei Paesi occidentali (ragion per cui ho scelto sopra l’area tematica “business management”).